Chi Siamo

cinef_testata


L’associazione CINEFORUM LABIRINTO nasce nel luglio 2009 con la finalità di proporre una valida alternativa alle tradizionali fonti di informazione e cultura cinematografica nella città di Treviso.

Fondato da un gruppo di giovani studenti, Cineforum Labirinto si pone l’obiettivo di stimolare una coscienza critica nei riguardi dello strumento cinematografico e di alcune delle più importanti tematiche d’attualità.

Vogliamo proporre a Treviso un tipo di cinema un po’ alternativo, fuori dai soliti schemi, dai soliti circuiti e quando lo spettacolo finisce siamo sicuri che scambiare l’uno con l’altro le emozioni provate è ancora più bello che vedere il film stesso. Vogliamo lavorare in gruppo coinvolgendo più persone possibile ai nostri progetti, anche di associazioni e gruppi diversi dal nostro, perché questo vuol dire avere molte più idee e molte più forze in grado di rendere più ricco e variegato l’evento.

Poi si è deciso che, finché possibile, tutti gli spettacoli debbano rimanere ad offerta libera: non devono essere i soldi ad impedire a qualcuno di gustarsi una serata di cinema ed è bello pensare che il cineforum si regga unicamente sul libero contributo di chi l’ha apprezzato.

E così oggi il cineforum è diventato un punto di incontro, ogni volta un’occasione per conoscere storie nuove e diverse, alcune più vicine altre più lontane, che si possono comprendere fino in fondo solo attraverso il reciproco confronto, il modo migliore che conosciamo per lanciare la sfida al labirinto.


CINEFORUM LABIRINTO

Da un’idea di
Livio Meo, Lucia Mosca ed Enrico Silvano

Chi siamo
Livio Meo, Lucia Mosca, Sara Ricciardi, Claudio Leonarduzzi, Francesca Riz, Tommaso Bortolanza, Alberto Mazen

Hanno collaborato con generosità
Andrea Appetito, Valentina Ariza, Sofia Begotto, Virginia Mosca, Luca Ragazzi, Giovanni Chiara, Abbas Suleman, Riccardo Biadene, Andrea Citron, Sebastiano Adernò, Bruno Baratto, Nicola De Cilia, Gildo De Rosso, Roberta Civiero, Carlo Durante, Lucrezia Cozzuol, Francesca Procopio, Marta Lazzarin, Carlos Larrondo, Christian Carmosino, Pablo Pastor, Salvador Perez, Mattia Pasetto, Sara Ricciardi, Niccolò Totis, Vittorio Taboga, Alberto Irone, Nicolò Strano, Stefano Pelloni, Gianna Righetto, Ghita Bordieri, Giacomo Scarpa, Tommaso Girardi, Luca Cardinalini, Carlo Silvano, Paolo Pozzobon, Elena Mongelli, Marika Tesser, Valentina Paronetto, Nicola Mattarollo, Riccardo Buck, Elisabetta Zanatta, Up There: the Clouds, Anna Buck, Jacopo Cacco, Marco Canella, Roberta Cristini, Filippo Perocco, Toni Santoro, Laia Abril, Francesco Del Pia, Gianfranco Bonesso, Marie Lobe Gondo, gli alunni e le maestre di Fuoriclasse, Sabrina Pizzol, Alberto Balzaro, Giacomo Mercuriali, Stefano Pasqualin, Francesco Albarelli, Camilla Sartor, Caio Leonarduzzi, Lorenzo Tomio, Roberto Durante, Aziza Sadikova, Jagoda Smzytka, Ensemble L’arsenale, Enrico Gardellini, Elena Turella, Luisa Mancini, Valeria Zagolin, Marco Gargano, Vittorio Filippi, Sabrina Comin, Elisena Stangoni, Valentina Carlesso, Francesca Rizzato, Daniele e Romina del Giadino Bistrot, Nicola Atalmi, Roberta Galloni, Matteo Astolfi, Giacomo Gerboni, Giovanni Pezzato, Giulio Polloni, Cristina Cocchis, Lara Rongoni, Giangiacomo De Stefano, Maria Tarozzi, Nicolò Geri, Franco Basaglia, Moulaye Niang, Andrea Pavone Coppola, Andrea Zuchelli, Alice Bacchin, Francesca Gallo, Tommaso Bortolanza, i ragazzi del GRAM Festival, Giulia Girotto, Paolo Carmignola, il gruppo FAI Giovani di Treviso, Alberto Mazen, Elena Grassi, Matteo Alfonso, Dario Brollo, Carlotta Bazza, Alessandra Squarzon, Alessandro Turchet, Francesco Socal, Vittorio Demarin, il Trio Squelini, Isabella Panfido, Matteo Visentin, Filippo Dalla Tor…

Annunci

3 pensieri su “Chi Siamo

  1. sono arrivato a casa con la curiosità di conoscervi meglio e così sono approdato al vostro sito. Grazie prima di tutto per l’opportunità che mi avete dato; raccontare esperienze di vita in modo così improvviso non è roba facile…….almeno per me, con persone che incontri per la prima volta poi…….e invece con voi tutto è stato molto facile, direi naturale, come si fa con gli amici di sempre……grazie della vostra curiosità, grazie della vostra sensibilità soprattutto verso un “pianeta carcere” sempre alieno, sconosciuto, sempre disatteso dalla società in genere (lo si può comprendere, perche troppo scomodo e compromettente), ma moltissimo anche dai giovani; avvicinatevi invece, lì dentro, giovani come voi, sono in attesa di una parola, di un pensiero, forse di qualche speranza…
    Cercherò di essere il più propositivo possibile; purtroppo, come si dice, il tempo “mi “è tiranno……
    grazie ancora, paolo pozzobon

    • grazie a lei professore per la sua disponibilità,
      ci ha aperto gli occhi su questo mondo purtroppo ancora sconosciuto.
      incontrare persone come lei che si rendono disponibili a raccontare vicende private ,talvolta scomode per la loro cruda verità, è una fortuna per noi, che come molti altri cerchiamo di oltrepassare i limiti della nostra conoscenza vaga, imprecisa e spesso condizionata, riguardo alle carceri.
      grazie ancora
      virginia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...