CORSO DI SCENEGGIATURA / Marco Pettenello

offi


Da Marzo 2020 / Sala Venier, via Venier n. 14 – Treviso

CORSO DI SCENEGGIATURA
con MARCO PETTENELLO

Sabato 28 Marzo (ore 10-19) / Domenica 29 Marzo (ore 9-17)
Sabato 18 Aprile (ore 10-19) / Domenica 19 Aprile (ore 9-17)

Link per iscrizione: Iscrizione Corso Sceneggiatura
oppure scrivendo all’indirizzo mail info@officineveneto.it 


 

Offi-cine Veneto, in collaborazione con Cineforum Labirinto, organizza un corso di sceneggiatura con uno dei più importanti scrittori cinematografici contemporanei, lo sceneggiatore Marco Pettenello.

Il corso, composto da lezioni teoriche e da molte esercitazioni pratiche, nasce per permettere ai partecipanti di apprendere gli elementi essenziali della scrittura cinematografica finalizzata alla realizzazione di un project-work. Il laboratorio sarà un viaggio nel mondo del cinema attraverso la scrittura cinematografica, pertanto partirà dalle tappe della scrittura, passando per la storia del mestiere dello sceneggiatore, per poi analizzare i personaggi e la loro struttura, focalizzando l’attenzione sugli elementi principali della scrittura per il cinema, fino ad arrivare ad essere in grado anche di scrivere la sceneggiatura stessa.

Il corso si articola in due weekend intensivi per un totale di 32 ore di lezione in aula presso la Sala Venier, via Venier n. 14 a Treviso, oltre ad un’attività di tutoraggio curata direttamente dal docente tra i due weekend di lezioni frontali. Le date delle lezioni sono Sabato 28 Marzo (ore 10-19) e Domenica 29 Marzo (ore 8.30-17.30),  Sabato 18 Aprile (ore 10-19) e Domenica 19 Aprile (ore 8.30-17.30).

Il costo del corso è pari a 600 euro più IVA e il numero massimo di iscritti sarà di 8 persone.

Al termine del corso, su richiesta dei partecipanti, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Per iscriversi e per maggiori informazioni: cineforumlabirinto@gmail.com


ARGOMENTI PRINCIPALI DEL CORSO

  • Le tappe della scrittura di un film: il soggetto, il trattamento e la sceneggiatura.
  • Cenni sulla storia del mestiere e riflessioni sulla sua natura: un gesto solitario dentro un processo collettivo.
  • La struttura di un film. Ragionamenti sulla struttura in tre atti, le sue caratteristiche e la sua utilità.
  • I personaggi. Come costruire un personaggio, come renderlo unico e come assegnargli i giusti elementi di trama.
  • Scrivere una scena. La forma della scena, i dialoghi, le parole e i corpi dei personaggi.
  • Scrivere per registi e attori ragionando su come ciò che si scrive dovrà essere realizzato.
  • Riscrivere una sceneggiatura. Cos’è una revisione. Tecniche e accorgimenti per migliorare qualcosa di già scritto da sé o da altri.
  • Focus su alcuni elementi della scrittura per il cinema: l’inizio di un film, la voce fuori campo, la scena d’amore, la scena comica, il finale.

IL DOCENTE

M._Pettenello

Lo sceneggiatore Marco Pettenello, vincitore del Premio Franco Solinas con “Nudi alla meta” nel 2007, è cresciuto professionalmente con Carlo Mazzacurati, con il quale ha scritto “La lingua del santo”, “La giusta distanza” (Premio Suso Cecchi d’Amico ItaliaFilmFest, nomination Nastro d’argento, nomination David di Donatello), “La passione” (Nomination Ciak d’oro), “La sedia della felicità” e il documentario “Sei Venezia”.
Ha poi lavorato con Francesco Lagi (alla commedia “Missione di pace”) e con Andrea Segre (“Io sono Li”, premio Gallio Film Festival; “La prima neve”; “L’ordine delle cose”, nomination Nastro d’argento), nonché con Silvio Soldini (“Il comandante e la cicogna”), Matteo Oleotto (“Zoran, il mio nipote scemo”, nomination Globo d’oro), Antonio Padovan (“Finché c’è prosecco c’è speranza“) e Duccio Chiarini (“Short Skin – I dolori del giovane Edo” e “L’ospite”).
Le storie scritte da Marco Pettenello hanno al centro Personaggi alla ricerca di una via Personale alla felicità, in questo Nord Est prima ricco e ora in crisi. Il suo è uno sguardo partecipe e affettuoso ma mai accondiscendente, nel tratteggiare una società carica di contraddizioni e conflitti”: queste le motivazioni della giuria che gli hanno fatto vincere, a luglio 2013, il premio Gamba. In queste parole si racchiude uno stile che contraddistingue le pellicole alla cui realizzazione ha partecipato Pettenello, uno stile riconoscibile e imprescindibilmente legato al nostro territorio, al Nord Est.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...